Leclerc: “Ferrari molto difficile da guidare”

Leclerc: “Ferrari molto difficile da guidare”

Era quarto, CHARLES LECLERC. Il pilota della Ferrari scattato tredicesimo nel primo stint di gara ha faticato tremendamente al punto da non tenere la scia dell’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen. Prima di subire l’attacco di Antonio Giovinazzi il monegasco ha preso la via dei box per montare le gomme hard. Poi è scoppiato il putiferio innescato dal k.o. di Magnussen che ha parcheggiato la sua Haas nei pressi dell’ingresso della pit-lane. Per effetto delle varie reazioni a catena innescate Leclerc alla ripartenza da sesto che era ha passato entrambe le Alfa Romeo alla staccata della Prima Variante. Poi, però, ha visto concludersi anzitempo la sua gara.

 Monza: botto violentissimo di Leclerc alla Parabolica

All’uscita della Parabolica Leclerc ha dato gas e ha PERSO IL POSTERIORE, sicuramente le gomme dure ‘fredde’ essendo il primo giro lanciato non hanno aiutato, ma la realtà è che la Ferrari SF-1000 molto scarica si è rivelata difficile da guidare e il classe 1997 è finito contro le barriere a 220 km/h. Queste le sue parole ai microfoni di Sky Sport F1: “Se ho chiesto troppo alla vettura? Mah… chiesto troppo no. Forse sì perché ho preso il muro. Io ho dato il massimo e basta. La macchina sicuramente era molto difficile da guidare, ho fatto un errore ed è chiaro che dobbiamo migliorare”.

 Mondiale Costruttori F1 dopo GP Italia 2020

Dopo Spa anche a Monza non sono arrivati punti. La Ferrari ha incassato il sorpasso della Renault in classifica costruttori scivolando al sesto posto e anche la ALPHA TAURI ora vede la Scuderia di Maranello dopo la splendida vittoria odierna (con Leclerc che nel Parco Chiuso si è complimentato con l’amico Pierre Gasly). “Questo è un momento indubbiamente difficile, speriamo che al Mugello vada meglio – ha aggiunto Leclerc – ora ho tre-quattro giorni per recuperare, fisicamente sto abbastanza bene”. 

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: