Vettel: “Non riesco a guidare bene”

Vettel: “Non riesco a guidare bene”

Quattordicesimo tempo e un’altra gara in netta salita per SEBASTIAN VETTEL. Il tedesco ha evitato un’altra eliminazione in Q1 per soli 53 millesimi su Pierre Gasly, vincitore a Monza. Passato il pericolo, non ha saputo superare la successiva tagliola. A differenza di Charles LECLERC che invece, anche con un pizzico di fortuna, partirà dalla quinta posizione. Il quattro volte campione del mondo partirà in settima fila, dietro addirittura all’Alfa Romeo di Kimi Räikkönen. Vettel, appena ufficializzato in Aston Martin, ha lo sguardo basso e usa poche parole per descrivere a caldo la sua prestazione nelle qualifiche del Mugello.

 GP Toscana 2020, la griglia di partenza

“Se entrare in Q3 era difficile? Sì, certo. Ma il primo tentativo nel Q1 è stato abbastanza buono. E anche il secondo, considerando l’errore che ho fatto all’inizio del giro, lo era. Poi però non sono più riuscito a progredire e dobbiamo capire come mai. FINORA NON STO RIUSCENDO A GUIDARE BENE LA MACCHINA. Stiamo cercando di fare un passo alla volta. Oggi abbiamo fatto un altro passo, DOMANI SARÀ UN GRAN PREMIO DIFFICILE, cercheremo di avere un buon passo gara e di fare tutto quanto ci è possibile“, ha detto ai microfoni di Sky Sport F1.

 F1   GP Toscana 2020, Q3: Hamilton in pole, quinto Leclerc

La 14esima piazza preoccupa non solo come risultato in sé, ma anche in vista della gara di domani. MUGELLO sembra infatti una pista più adatta alla MotoGP: curve bellissime, storiche, ma pista a tratti stretta che potrebbe consentire pochi sorpassi. Vettel non si è preoccupato di un’ipotetica gara in costante difesa e senza poter pensare a manovre per avanzare. “Per quanto riguarda domenica è difficile fare previsioni. Qui non abbiamo mai corso, dunque non sappiamo come potrà andare la gara. DOBBIAMO ASPETTARE DOMANI PER VEDERE SE SARÀ UNA ‘GARA-TRENINO’“. Il tedesco si sta avviando dunque verso un altro weekend complicato, ulteriore passo verso un addio triste.

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: