Alboreto, uno che aveva la Ferrari nel cuore

Alboreto, uno che aveva la Ferrari nel cuore

Piero Ferrari ha conosciuto negli anni decine di piloti che hanno corso per il Cavallino Rampante lungo il primo migliaio di Gran Premi. Ce n’è uno in particolare che però lo ha stupito positivamente, in quanto espressione dei valori Ferrari: Michele Alboreto.

“Il pilota che più ha incarnato i valori della Ferrari? «Uno che aveva la Ferrari nel cuore, anche se non divenne campione del mondo, era senz’altro Michele Alboreto. Lui era Ferrari in tutto, in macchina e fuori». ANDREA CREMONESI, La Gazzetta dello Sport

“Il Drake faceva confidenze all’erede sul conto dei piloti? «Da piccolo ascoltavo le sue conversazioni con Lina, la mia mamma. Lui è sempre rimasto fedele ad una filosofia di fondo: il driver è un collaboratore, un dipendente. Può essere bravissimo, ma NESSUNO È INSOSTITUIBILE. Una volta di corse si moriva, il rischio per chi guidava era enorme, estremo. Io me ne resi conto la prima volta che ebbi il permesso di mettere piede in un autodromo per seguire un Gran Premio dal vivo, nel 1961 a Monza. Von Trips, un nostro pilota, morì finendo fuori pista e persero la vita parecchi spettatori. Fu un momento terribile. Avevo sedici anni e compresi che l’automobilismo non era soltanto una festa». La F1 era nel cuore di mio padre. «Era l’estate del 1988, stava per morire. Una domenica. Ebbe la forza di dirmi: accendi la tv, voglio vedere il Gran Premio. Per la famiglia Ferrari le corse sono un tratto essenziale della vita. E lo saranno per sempre». Chi vorrebbe rivedere stasera alla cena di gala nel cuore di Firenze? «Michael Schumacher. Quando era a Fiorano per i test non di rado veniva a cena a casa mia, a Modena. È il driver che ha vinto di più con la Ferrari, in pista sfiorava la perfezione assoluta. Mi mancano i suoi consigli e ho nostalgia dei suoi sorrisi».” LEO TURRINI, Il Resto del Carlino

Nancy
Nancy Non esistono per me storie ed emozioni che non possono essere narrate, o volti, i cui profili, non possono essere fedelmente tracciati.
Valutazione: