Brawn: “Ferrari, prestazione drammatica”

Brawn: “Ferrari, prestazione drammatica”

Una FERRARI mai così in difficoltà negli ultimi decenni non può che far discutere. Il motore, che fino al 2019 era il punto di forza del Cavallino, consente velocità di punta nettamente inferiori a quelle della concorrenza. Lo si è visto a Spa, ma in Ferrari TEMONO LA DOPPIA FIGURACCIA CASALINGA TRA MONZA E MUGELLO. Lo stesso team principal MATTIA BINOTTO ha evitato di illudersi in vista dell’appuntamento brianzolo, mentre i piloti Charles LECLERC e Sebastian VETTEL hanno vissuto la frustrazione di essere superati da vetture che l’anno scorso erano nettamente staccate.

 Binotto: “A Monza senza illusioni”

Chi conosce, e bene, l’ambiente di Maranello è l’ex direttore tecnico ROSS BRAWN. Il numero uno dell’area motorsport per Liberty Media, sul sito ufficiale della Formula 1, ha analizzato i problemi della Rossa in Belgio. Il britannico ha evitato di incolpare solamente la power unit, dando una visione più ampia delle criticità che affliggono la Ferrari: “Mi sono trovato in una situazione del genere, dove le gomme non funzionano, non entrano in temperatura e di conseguenza il calo delle prestazioni è drammatico. INDIPENDENTEMENTE DA CIÒ CHE LA GENTE POSSA DIRE SUL DEFICIT DEL MOTORE IN SEGUITO AI CHIARIMENTI TECNICI, NON SI PERDE 1″3 AL GIRO DA UN ANNO ALL’ALTRO SOLO CON QUESTA MOTIVAZIONE. NON SONO RIUSCITI A PORTARE LE GOMME IN TEMPERATURA. E il fatto che a Spa fosse più freddo rispetto ad altri circuiti non ha aiutato. Quando accade questo, le prestazioni diventano orribili. Se tornano a usare le gomme correttamente, magari non vinceranno un Gran Premio, ma le performace saranno di nuovo rispettabili“.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: