Brawn rilancia l’opzione reverse-grid

Brawn rilancia l’opzione reverse-grid

Il Gran Premio d’Italia di domenica ha emozionato gli appassionati della Formula 1, facendo vivere una GARA IMPREVEDIBILE che ha portato alla prima vittoria in carriera di Pierre Gasly e ad un podio assolutamente inedito composto da Alpha Tauri, McLaren e Racing Point. Chiaramente lo show della ‘seconda gara’ è derivato dal CAOS DELLA PRIMA, con la Safety Car entrata in pista e la pit-lane chiusa dalla Race Direction che hanno indotto in errore la Mercedes e Lewis Hamilton, portandoli allo STOP&GO e tagliandoli fuori dalla corsa per una vittoria che sembrava già acquisita.

 Caos pit-lane: i team radio Hamilton-Mercedes

Nel suo consueto articolo di analisi del GP pubblicato sul sito ufficiale della F1, ROSS BRAWN – responsabile dell’area motorsport per Liberty Media – ha utilizzato proprio la gara italiana per rilanciare un suo antico cavallo di battaglia: i MINI-GP CON LA GRIGLIA INVERTITA. “Monza era candidata ad una gara sprint con la griglia invertita, quando quest’anno stavamo pensando di testare il format – ha rivelato Brawn – purtroppo non siamo riusciti ad andare avanti, ma il concetto è ancora qualcosa su cui noi e la FIA vogliamo lavorare nei prossimi mesi e su cui discutere con le squadre per il prossimo anno. Crediamo che la gara di ieri abbia mostrato l’entusiasmo che un gruppo mischiato può dare e che, con le vetture del prossimo anno che rimangono le stesse di quest’anno, i nostri tifosi potrebbero essere attratti dalla stessa tensione che abbiamo visto questo fine settimana a Monza”.

 Il sogno di Liberty

“Naturalmente, con una gara sprint a griglia invertita le squadre imposteranno le loro auto in modo diverso – ha concluso Brawn – in questa occasione le Mercedes hanno settato le loro vetture in modo tale da ottenere il giro più veloce e controllare la gara in testa. Se sanno di dover sorpassare, dovranno cambiare questo approccio. Continueremo a valutare nuovi format con l’obiettivo di MIGLIORARE LO SPETTACOLO MA MANTENENDO SEMPRE IL DNA della Formula 1″.

Vincenzo
Vincenzo Medico Chirurgo, Psicoterapeuta, Odontoiatra. Specialista ambulatoriale presso l’ASL Napoli 1 Centro. Coach professionista. Terapeuta EMDR.
Valutazione: